IL BAMBINO CON AIG: LO SPORT E LA SCUOLA

La pratica di uno sport è un aspetto essenziale nella vita quotidiana di un bambino normale.
Uno degli scopi principali della terapia dell'AIG è di permettere al bambino di condurre una vita il più normale possibile, senza considerarsi diverso dai suoi coetanei. La tendenza generale è di lasciare che i pazienti pratichino lo sport che desiderano confidando che si fermino in caso di dolore articolare.
Comunque è meglio favorire sport nei quali lo stress meccanico delle articolazioni sia assente o minimo quali il nuoto o il ciclismo.

 

È estremamente importante che il bambino frequenti regolarmente la scuola.
Vi sono alcuni fattori legati alla malattia che possono ostacolare la frequenza della scuola quali la difficoltà a camminare, la minor resistenza alla fatica, il dolore e la rigidità.
Bisogna quindi spiegare agli insegnanti le necessità del bambino: banchi adeguati, movimenti regolari e periodici durante le ore di lezione per evitare la rigidità articolare, possibile difficoltà nella scrittura. I pazienti, quando possibile, dovrebbero partecipare alle lezioni di ginnastica; in questo caso sono valide le stesse considerazioni fatte riguardo allo sport.
La scuola per un bambino è ciò che il lavoro è per un adulto, un posto dove impara ad essere una persona autonoma, produttiva e indipendente. I genitori e gli insegnanti devono impegnarsi il più possibile perché i bambini malati partecipino alle attività scolastiche in modo normale per raggiungere buoni risultati, ma anche una buona capacità di comunicazione con coetanei ed adulti e per riuscire ad essere apprezzati ed accettati dagli amici